Navigare Facile

Cenni biografici dell'artista Pablo Picasso

Pablo Picasso

Picasso nasce a Malaga nel 1881,particolarmente dotato nel disegno fin da bambino,deve la sua popolarità al suo trasferimento a Parigi nel 1900 che gli permise di entrare in contatto con gli artisti emergenti di fine ottocento come gli impressionisti e i post impressionisti. Inoltre ebbe l'occasione di partecipare a mostre e di contattare numerosi mercanti d'arte. In questo periodo Picasso realizza una serie di quadri accomunati dalla prevalenza del colore blu,in tutte le sfumature,tanto che viene definito 'il periodo blu'.Rinunciare ad una colorazione più variegata risponde ad un'esigenza del pittore che vuole così esprimere il suo animo malinconico,triste.

Anche i soggetti contribuiscono a sottolineare questo stato di inconsolabile nostalgia:nomadi e mendicanti. Questo panorama di emarginazione e desolazione si protrae fino al 1904 quando Picasso esordisce con soggetti meno drammatici come clown e acrobati e la sua tavolozza si tinge di rosa: il periodo rosa,appunto. La svolta, Picasso, la trova nel 1907 con il celebre dipinto Demoiselles d'Avignon nel quale si fanno largo le nuove idee di protocubismo: un gruppo di giovani donne nude dalle forme spigolose e dalle tinte piatte su uno sfondo azzurro anch'esso frammentato da linee spezzate. In primo piano ,una natura morta,fatta di forme geometriche appuntite. E' come un puzzle che non si ricompone,uno specchio rotto che sta insieme perché il pittore gli dà nuova vita. Diversi sono i dipinti cubisti che rappresentano nature morte e paesaggi anche se  Picasso concentra la sua ricerca sulla figura umana. Il ritratto cubista di  Ambroise Vollard  è uno dei capolavori più famosi di questo genere.

E' un dipinto monocromatico,come molti dipinti del cubismo analitico, e lo sfondo e il soggetto si compenetrano in mille sfaccettati piani prospettici. Nella sua lunga vita,Picasso si è accostato più volte a stili diversi che ha poi reinterpretato,rielaborato e fatti propri, ma quella del cubismo è stata sicuramente la ricerca che lo ha impegnato e coinvolto di più, anche a distanza di anni, come si vede nel dipinto Guernica del 1937. Quest'opera pur non essendo palesemente cubista  risente, in alcune scelte compositive e nelle  linee appuntite che esprimono il dramma che si sta consumando, delle composizioni cubiste sperimentate da Picasso nel cubismo.

Dove